domenica 8 dicembre 2019

PAREGGI PER 2 - 2 A LECCE E REGGIO EMILIA

Gol, emozioni e spettacolo nelle sfide Lecce - Genoa e Sassuolo - Cagliari, terminate entrambe 2 - 2.

Al Via del Mare si apre la domenica calcistica col Genoa che la fa da padrone nel primo tempo, chiuso avanti di due gol grazie al gran tiro di Pandev  da 40 metri (31') e a Criscito (rigore al 5' di recupero per fallo ancora su Pandev). Nel secondo tempo i padroni di casa rimontano il doppio svantaggio, prima accorciando le distanze con una conclusione a giro di Falco al 60', poi con il pareggio grazie a un colpo di testa di Tabanelli, sempre con Falco protagonista, questa volta come uomo assist. Prima e dopo il gol subito del 2 - 2 il Genoa prende due rossi, entrambi per doppio giallo, di Agudelo e Pandev, che salteranno il derby.

A Reggio Emilia la rimonta avanti di due gol la subiscono i padroni di casa del Sassuolo, che sbloccano l'incontro già al 7' con un diagonale deviato di Berardi. Al 36' dopo una volata sulla fascia di Toljan arriva il raddoppio di Djuricic che finalizza l'assist del compagno con una deviazione al volo. Ad inizio ripresa Joao Pedro accorcia le distanze con un colpo di testa, poi Berardi potrebbe chiuderla, ma fallisce il rigore assegnato ai padroni di casa al 66' calciando sulla traversa. Il Cagliari non molla e alla fine raggiunge il pari con Ragatzu allo scoccare del novantesimo. 

(Foto Getty Images)



Lega Serie A

IL BRESCIA VINCE LO SCONTRO DIRETTO CON LA SPAL

Il terzo gol di Balotelli con la maglia del Brescia regala la vittoria ai suoi dopo che i primi due (contro Napoli ed Hellas Verona) non avevano portato alle rondinelle i tre punti. E' il cinquantesimo gol in A del centravanti, che permette a Corini di festeggiare il ritorno in panchina dopo che nelle tre gare senza di lui il Brescia aveva raccolto altrettante sconfitte senza gol all'attivo. Il gol arriva al 54' con una girata sotto porta dopo la respinta del portiere. Al 74' la Spal potrebbe pareggiare, ma Petagna si fa neutralizzara il tiro dal dischetto da Joronen. Il Brescia lascia così l'ultimo posto, proprio ai danni della Spal che ora chiude la graduatoria con 9 punti. 

Clicca QUI per il match report della gara.

(Foto Getty Images)



Lega Serie A

A BETLEMME IL "DAVIDE ASTORI PLAYGROUND"

In clima natalizio assume grande valore il “Davide Astori Playground”, inaugurato a Betlemme nello scorso mese di maggio grazie al sostegno del Cagliari Calcio e dall’ACF Fiorentina, in collaborazione con il progetto internazionale Assist for Peace. Nella città che la tradizione cristiana identifica come luogo di nascita di Gesù, il calcio e lo sport aiutano i ragazzi a crescere ed integrarsi attraverso la condivisione di valori quali fratellanza, lealtà e amicizia.

Il campo di calcio, intitolato ad Astori – calciatore che ha sempre promosso e sostenuto il tema della fratellanza – è aperto a tutti i bambini e bambine di ogni religione e nazionalità che ci giocano ogni giorno nel nome di un grande campione dello sport italiano. Un bel messaggio nel clima natalizio e di festa che accompagna i giorni di dicembre.

 



Lega Serie A

LA LAZIO SUPERA LA JUVENTUS 3 - 1

Prova di maturità per la Lazio che si impone in rimonta 3 - 1 sulla Juventus, portandosi a soli 3 punti in classifica dai bianconeri. La sconfitta della squadra di Sarri, finora imbattuta, fa felice anche l'Inter, che nel turno in cui pareggia in casa riesce ad allungare sulla seconda. E' stata una gara dai due volti, con la Juventus a farsi preferire nella prima frazione e la Lazio ad imporsi nella seconda. Pronti via e si capisce che non sarebbe stata una sfida senza gol, col diagonale di Immobile fermato da De Ligt e il tiro a giro di Dybala neutralizzato da Strakosha. Ripartenze, duelli a viso aperto, gioco molto verticale e ritmo alto, ci sono stati da subito gli ingredienti per una gara di alto spettacolo. La Juventus passa in vantaggio con un tocco di Ronaldo dopo una bella azione corale con assist finale di Bentancur, il migliore dei suoi finchè è rimasto in campo. Al 40', infatti, il centrocampista ha lasciato il posto a Emre Can per infortunio. Poco dopo la Lazio, con un colpo di testa di Luiz Felipe su perfetto cross di Luis Alberto, ha pareggiato. Il gol realizzato allo scadere di tempo manda la Lazio galvanizzata negli spogliatoi, ed infatti nella ripresa ripartono a mille gli uomini di Inzaghi. L'episodio che indirizza il match arriva al 69', quando Cuadrado ferma Lazzari lanciato in contropiede verso la porta e viene espulso. Con un uomo in più i padroni di casa ci credono e spingono alla ricerca della vittoria. Al 74' ancora Luis Alberto inventa un assist perfetto per Milinkovic-Savic, che stoppa all'interno dell'area di rigore il traversone dalle retrovie e sigla il 2 - 1. La Juventus sbanda, la Lazio affonda, con Correa steso dal portiere in area. Dal dischetto Immobile si fa parare il tiro, e poi ancora Szczesny respinge la ribattuta del centravanti. Sarri prova la carta Higuain, ma nel recupero arriva il tris di Caicedo ad avviare la festa della Lazio, alla settima vittoria consecutiva in Serie A TIM.

(Foto Getty Images)



Lega Serie A